Leo: Il Braciere che Arde

Leo è il braciere ardente, fiero e potente.

E’ la fiamma vibrante, l’energia mantenuta a regime fisso e costante, integra e preservata, in modo da essere guida attraverso la sua fierezza e luminosità: la luce a cui affidarsi quando il presente sembra essere buio, opprimente, fonte di paura.

Un’energia in grado di alimentare ogni qualità, senza spegnersi mai, quell’ Ardore nei Cuori che scalda anche il gelo dei momenti peggiori, è la manifestazione di energia generosa, autentica, leale.


Tutte quella qualità che Aries ha appreso, come primo segno di Fuoco, ora Leo deve applicarle e mantenerle costanti nella propria vita: egli è l’unico segno in grado di farlo, è il segno dove con cui si prende contatto con la più tangibile dimensione del Potere e della Volontà affinchè vengano riconosciute e messe al servizio degli altri.

Leo, Jake Baddeley

La Via del Re o del Tiranno

Leo è il Re che ha compreso il Coraggio e la Passione, manifestandoli in ogni momento in tutta la sua maestosità al mondo e riconoscendo il diritto divino regale che gli appartiene.

E’ l’entusiasmo di un bambino unito alla regalità di un Faraone, quel potere che deve essere governato senza che divampi e bruci tutto ciò che è stato creato e conquistato.


Prendendo coscienza dei propri doveri e delle proprie responsabilità, Leo agisce manifestandosi ed esprimendosi nel mondo con il proprio entusiasmo e creatività, con sicurezza e fiducia: deve diventare il sovrano della propria vita e compiere il proprio destino riconoscendo il proprio potenziale e cosa è in grado di fare con tutto ciò.

Questo è un processo che potrebbe occupare tutta la sua stessa esistenza se rimane incentrato solo sul soddisfacimento del proprio ego: la prosperità del proprio “regno” dipende unicamente da sé, in quanto il regno stesso non è altro che lo specchio dell’operato del suo regnante

Lui è tenuto a compiere una grande scelta con il potere che scorre attraverso di sè: essere Re o Tiranno della propria realtà, prendendosi la responsabilità del proprio operato senza delegare al giudizio, al lamento, all’ingiustizia, all’offesa e alla superbia il proprio potere personale.


Essere Re vuol dire avere acquisito e compreso qualità superiori dell’Anima che vengono costantemente irradiate dalle sue parole e dalle sue gesta: essere Sovrano implica governare il suo regno nel rispetto di tutti con giustizia.

Non ha sudditi o schiavi, ma figli che devono prosperare attraverso il sui operato; non lascia vincere la propria ira a ma la sua Saggezza fa si che ogni cosa venga posta alla sua attenzione; agisce non per la propria “ingordigia” personali nel mostrare beni e ricchezze, ma per il beneficio di tutta la collettività: non deve imporsi o usare la paura sugli altri, ogni suo suddito gli mostra rispetto e lealtà per ciò che egli rappresenta e per i gesti che compiuto.

Leo deve ricordarsi continuamente che è questa la retta via da seguire


Diventare un despota è una via veloce e deleteria per lui.

Se diventa geloso dei propri “tesori” e del soddisfacimento dei propri impulsi egoici senza controllo, bisognoso di continua approvazione e gratificazione da parte degli altri (per via delle proprie insicurezze che teme vengano scoperte), l’unica vera manifestazione del suo potere avviene contro il mondo che lo circonda, piegando e spezzando il proprio regno: sfocia così in arroganza, aggressività, diventando invadente e orgoglioso.

Ecco che sorge il Tiranno, colui che attacca gli altri regni per dimostrare la propria forza, non per proteggere, colui che domina e non governa, che non preserva la vita ma la annienta: la luce si affievolisce per smettere di brillare.

Indossare la Corona

Essere un Re ammirato o un Tiranno temuto, è la sua più grande scelta e la sua più grande evoluzione.

Il primo grande passo, rappresenta indossare il simbolo per eccellenza del Sovrano, ossia la “Corona”. Questo implica riconoscere e alimentare principalmente tre Virtù Superiori dell’Anima in grado di accendere il Fuoco del Cuore rispetto alla paura egoica:


RESPONSABILITA’ – UMILTA’ – RADIOSITA’


Queste sono contrapposte alle loro ombre legate alla pesonalità:


GIUDIZIO – LAMENTO - APPROVAZIONE


Queste Emozioni Superiori possono essere ottenute solo incarnando dei grandi passaggi interiori in grado di aprirgli un nuovo modo di comprendere il mondo e illuminare le ombre che tanto non vuole vedere:


GIUDIZIO LEALTA’ E RISPETTO RESPONSABILITA’

LAMENTO ONORE E VALORE UMILTA’

APPROVAZIONEREGALITA’ RADIOSITA’


Giusto o sbagliato: un Tiranno giudica sé stesso e il mondo, giustificando cosi la propria inadeguatezza, alimentando (e soddisfacendo) solamente la propria personalità ingestibile.

Un Re, rimanendo leale a sé stesso e al proprio Cuore, comprende che tutto inizia e avviene dentro di sé. Capisce e rispetta sè stesso e il mondo che lo circonda, i principi che vuole incarnare e le battaglie da vivere: costui acquisisce la Responsabilità in ogni suo gesto o parola.


Un Tiranno che si lamenta ha già perso in partenza: viene dominato dalla paura, tutto gli è avverso e tutto è contro di lui.

Un Re che agisce con Onore nel suo operato e conosce il Valore di ogni cosa che lo circonda (persona, luogo o evento che sia), agisce nella piena libertà. È consapevole del proprio potere e di come manifestarlo, senza avere la necessità di ostentarlo: l’Umiltà acquisita lo rende libero dallo schema della dualità.


Un Tiranno che cerca solo l’approvazione da chi lo circonda è un sovrano che delega all’esterno il proprio il proprio potere personale in attesa che gli venga riconosciuto. E se questo non avviene, va in crisi sentendosi ancora più inadeguato...e agendo con forza affinchè tutti lo riconoscano come il migliore.

Un Re che agisce con Regalità riconosce il proprio Potere e cosa rappresenta, e agisce in ogni sua azione senza la ricerca del riconoscimento esterno: ora inizia a Irradiare la sua Luce agli altri per far si che anche loro possano "brillare" e dissipare le proprie ombre.


Scegliere di indossare la “Corona del Re” equivale a smettere di essere preda delle proprie paure e del proprio ego. Vuol dire scegliere di incarnare delle Emozioni Superiori dell’Anima in grado di incanalare dei principi e dei valori più elevati, un’etica in grado di elevare sé stessi e il proprio operato affinchè tutto il mondo ne possa beneficiare: un faro per il mondo in mezzo alla tempesta.


“Diventa un Re e un Regno ti sarà dato. Estirpa da te il lamento che ti trascina alla sconfitta. Apri il tuo Cuore e reclama il tuo Regno. Nell’antichità il potere del Re non era solo materiale, temporale, politico, ma essenzialmente spirituale. Il potere non veniva al Re da coloro che egli governava, ma direttamente dall’Alto, dal suo costante contatto con l’Uno. Parliamo di un mandato celeste non di un mandato popolare…Quando sei veramente Re della tua vita non ti interessano più l’approvazione, il consenso, il parere che giungono dall’esterno, e quindi dal basso, perché non c’è più un esterno a cui rendere conto “. (Salvatore Brizzi)

Simone


#leone #leo #astrologiaevolutiva #astrologia #bracierechearde #re #sovrano #conoscitestesso #crescitainteriore #fisso #fuoco #sole #responsabilità #umiltà #radiosità #Coraggio #coraggio #corona #luce #risveglio #saggezza #ioesisto #iomimanifesto #presenza #risveglio #anima #zodiaco #iocreo #onore #valore #regalità #passione #rispetto #lealtà #tiranno #giudizio #lamento #approvazione

24 visualizzazioni0 commenti